Conversione D.L. 124/2019: novità sulle sanzioni in tema di sanzioni per indebite compensazioni

di Fabiano D’Amato*
Nella seduta del 21 novembre scorso, la Commissione Finanze della Camera dei Deputati, ha approvato un emendamento che rivede le sanzioni nel caso di mancata esecuzione delle deleghe, presentate tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, a causa del mancato superamento dei controlli effettuati dalla stessa Agenzia con riferimento a compensazioni presenti sulle stesse.

L’Agenzia delle Entrate può infatti sospendere le compensazioni, qualora siano ravvisati potenziali rischi, per 30 giorni.
Decorso tale termine, in caso di esito negativo della attività di controllo, le relative deleghe si considerano non eseguite, e di questo viene data comunicazione al soggetto che ha presentato le stesse.
Al contribuente verrà inviata una comunicazione recante una sanzione che, nella attuale stesura dell’art. 3 D.L.124/2019, è pari a 1000 euro per ciascuna delega non eseguita.
L’emendamento approvato in Commissione Finanze della Camera al disegno di legge di conversione del DL 124/2019, prevede la riformulazione del comma 6 dell’art. 3 del Decreto, sostituendo la sanzione di 1000 euro con una che prevede l’applicazione del 5% su importi indebitamente compensati fino ad euro 5.000, e di euro 250 fissi per compensazioni superiori a tale soglia, fissando pertanto un tetto di euro 250 per tale sanzione.
* Odcec Roma
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *