Pensioni in regime internazionale extra Svizzera

di Paolo Soro Odcec Roma

Con il Messaggio 3352 del 12/09/2018, in attuazione della Circolare 76/2018, l’INPS comunica l’istituzione del nuovo Polo regionale “Pensioni in regime internazionale extra Svizzera”, operativo presso la Direzione provinciale di Como, che gestirà le pratiche pensionistiche in regime internazionale presentate dai residenti in Lombardia.

Resta esclusa la gestione delle pratiche pensionistiche dei residenti in Lombardia aventi contribuzione svizzera, che ricade nella competenza del Polo nazionale per i residenti in Svizzera (Circolare 100/2003), presso la Direzione provinciale di Bergamo.

In particolare, il Polo regionale “Pensioni in regime internazionale extra Svizzera” avrà la competenza sulle domande di prima liquidazione delle pensioni dirette e indirette in regime internazionale, sia comunitario che di convenzione bilaterale (anche a carico di soli Organismi esteri), sulle domande di ricostituzione, contributiva e documentale, e di supplemento presentate dai residenti in Lombardia.

Il Polo nazionale per i residenti in Svizzera, in aggiunta alla competenza sulle domande di pensione in regime nazionale e internazionale presentate dai residenti in Svizzera, gestirà anche le domande di prima liquidazione delle pensioni dirette e indirette in regime internazionale italo-svizzero (anche a carico di soli Organismi esteri), le domande di ricostituzione, contributiva e documentale, e di supplemento, in regime italo-svizzero, presentate dai residenti in Lombardia.

Per le suddette domande, i Poli in trattazione cureranno anche l’istruttoria e la definizione dei ricorsi amministrativi e giudiziari.

Sono di competenza dei Poli specialistici anche le richieste presentate agli/dagli Organismi esteri, in assenza di una domanda di pensione, dei formulari “E 205” e delle analoghe certificazioni previste dalle convenzioni bilaterali.

Restano, viceversa, in carico alle Strutture già competenti le seguenti attività:

  • domande relative alle prime liquidazioni di pensioni in regime internazionale, ricostituzioni contributive e documentali, e supplementi, giacenti al 31 agosto 2018;
  • domande di ricostituzione, presentate in data successiva al 31 agosto 2018, qualora, per lo stesso pensionato, siano giacenti domande di ricostituzione presentate anteriormente a tale data;
  • adempimenti gestionali per le pensioni in carico, quali, a esempio, le domande di rate maturate e non riscosse, le riliquidazioni di pensioni eliminate già in carico a tali Strutture, il recupero crediti e la riemissione dei pagamenti non andati a buon fine.

Le Strutture territoriali garantiranno la presa in carico della documentazione trasmessa in merito:

  • allo stato istruttorio delle istanze inoltrate;
  • alle informazioni personalizzate;
  • alla consulenza.

scarica il Pdf

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *